Inizia una settimana difficile

Quando un genitore (molto anziano) entra in ospedale e l’altro rimane a casa con una badante... la testa si riempie di pensieri, che non ti lasciano in pace nè giorno nè notte. Si affollano in disordine, fanno capolino appena hai un momento di pausa in cui avresti bisogno di riposare un po’, ma niente, la tensione resta alta.
Inutile negare che sono in apprensione… ma non per la qualità dell’assistenza.

Si parla tanto in questi giorni della sanità pugliese e dovrei essere preoccupata. Ma il Policlinico di Bari è come un grande arcipelago, ci sono cliniche e reparti che funzionano benissimo, mentre qualcuno lascia a desiderare. Io in questi giorni osserverò che assistenza verrà fornita a mio padre nella clinica in cui è da oggi ricoverato, ciò che mangia, se gli infermieri rispondono al richiamo gentilmente e in modo tempestivo, la presenza dei medici e il loro rapporto con i pazienti, il rispetto delle persone e del loro bisogno di tranquillità.
Intanto sarà necessario non lasciare da sola la mamma, che soffre dell’assenza di una persona di cui è ancora innamorata e con cui convive da ben 63 anni! Nonostante i problemi e il tempo che non basta mai, è bello avere ancora i miei due genitori, è un tale privilegio che mi fa sentire fortunata!

Sto invecchiando anch’io e incomincio a capire il significato della precarietà della vita (basta così poco…).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...