Come un automa in una bolla di vetro

 Il mondo continua a girare, io ho ripreso a lavorare, ma qualcosa è cambiato, irreparabilmente. La morte di mia madre segna un punto fermo nella mia vita e mi chiedo da dove ricominciare.
Vedo la Tv e non mi interessa nulla di ciò che dicono, le parole si accavallano confuse ed io tolgo l’audio… rimane la faccia di Cicchitto che muove le labbra, spengo e mi immergo nuovamente nel mio silenzio.
Sfoglio le pagine dei giornali, solo qualche notizia riesce a penetrare il muro invisibile da cui mi sento circondata e protetta. 
Non riesco ancora (lo so, è troppo presto) a prendere in mano un libro e a leggere qualcosa, faccio tutto ciò che devo fare come un automa.

Penso continuamente a lei…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...