Natale 2010

Da quanto tempo ormai non tiravo più fuori le scatole del presepe…
Ogni anno infatti passavo la maggior parte del mio tempo natalizio con i miei cari vecchi papà e mamma. Li aiutavo a mettere qualche decoro in casa per respirare aria di natale, mamma infatti non usciva più, inchiodata su una poltrona, e papà ormai perdeva colpi (anche se non voleva arrendersi).

Ogni giorno di festa si stava insieme, tanti bei momenti a tavola, chiacchierando di tutto nel pomeriggio o davanti al computer a risolvere qualche problema. Agli anziani puoi solo regalare il tuo tempo, non hanno bisogno che di compagnia, di un po’ di sollecitudine, di sguardi affettuosi.
E’ lungo il giorno per loro, il tempo si dilata e la presenza dei figli in casa è forse la cosa più ambita.

Quest’anno non ci sono più (è il primo natale da soli, noi figli!) ed io ho tirato fuori dal ripostiglio le scatole con i personaggi del presepe e – come quand’ero ragazzina – mi sono divertita a costruire questa specie di villaggio improbabile, dove manca completamente la prospettiva, personaggi grandi e piccoli sono lì gomito a gomito, ci sono le immancabili pecorelle con i loro pastorelli e tante donne. Ho fatto il presepe forse per sentire vicina la presenza di mia madre che si divertiva a farlo quando stava bene.
Che gran vuoto che hanno lasciato!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...