“Un mondo che non esiste più”

E’ il titolo di un libro che mi ha regalato Simona, uno di quelli che non puoi mettere in libreria tra gli altri volumi. Intanto, appena ricevuto ho incominciato subito a sfogliarlo, a guardarlo e a leggerlo. E’ un libro affascinante questo!

Folco, il figlio di Tiziano Terzani, ci restituisce – selezionando foto e testi – la personalità del padre che faceva il giornalista, andando in giro con una vecchia Leica al collo.

«L’immagine è un’esigenza, diceva, là dove le parole da sole non bastano». E ancora, per farci capire meglio il senso di quegli scatti: «Per un vero fotografo una storia non è un indirizzo a cui recarsi con delle macchine sofisticate e i filtri giusti. Una storia vuol dire leggere, studiare, prepararsi. Fotografare vuol dire cercare nelle cose quel che uno ha capito con la testa. La grande foto è l’immagine di un’idea. Bisogna capire cosa c’è dietro i fatti per poterli rappresentare. La fotografia – clic! – quella la sanno fare tutti».

Ecco che cosa c’è in questo libro, «… trent’anni di fotografie in bianco e nero di un mondo che non esiste più» con i commenti che Tiziano Terzani stesso scriveva la sera, quando si fermava dopo il suo peregrinare tra la gente del Vietnam, della Cina, del Mustang, del Laos e della Birmania. 
«Le due cose sembravano scorrere in parallelo: quel che vedeva nella luce del sole era quel che la sera, sotto una zanzariera, appuntava nel suo blocchetto o raccontava intorno alla nostra tavola. Mentre con le foto inchiodava l’impressione del momento, le parole gli servivano per rifletterci sopra. … Queste foto – conclude suo figlio con grande amore – sono il ritratto di un mondo, ma anche di lui stesso, come quella faccia pensosa, malinconica e serena, del rinunciatario con la barba bianca nel tempio indiano. E non solo di quello che ha cercato, ma di quello che ha trovato. È questo il bello delle fotografie, che non sono idee astratte, invenzioni. Hanno qualcosa di concreto. Il mondo è stato proprio così, almeno per un attimo».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...