Il mondo di Facebook

Ci sono persone che – per principio (così dicono) – non si iscrivono a Facebook, visto come un mondo dove non si fa altro che perdere tempo, dove si ‘cazzeggia’ per usare un termine molto in voga.
Io invece sperimento ogni giorno la possibilità di rimanere in contatto con persone reali che conosco bene, persone che in alcuni momenti e talvolta tutte insieme fanno rete e mi circondano di affetto e di amicizia, sanno dire le parole giuste e mi fanno sentire meno sola!

Sta succedendo in questi giorni natalizi, con i commenti scritti ad una mia breve nota un po’ triste. E’ un Natale diverso dagli altri per me e sperimento da un mese a questa parte l’importanza delle parole, alcune me le terrò strette per i momenti ancora più difficili (che verranno, verranno…) e sono davvero grata a chi me le invia.

Sono ancora all’inizio di questa mia nuova avventura, che non so quanto durerà e come ne uscirò. Voglio bene a queste persone care, familiari ed amici, che sono così presenti nella mia (nuova) vita ed anche su Facebook!

Annunci

3 risposte a “Il mondo di Facebook

  1. Ho trovato il tuo blog tramite quello di Astrid di Dueviteinuna.
    Lo stavo leggendo con attenzione, grazie all’articolo di D- Repubblica, perchè mio padre aveva la stessa malattia.
    Ho letto di tua madre. Fortunatamente sei una delle poche persone che, davanti al bivio che le esperienze dolorose e forti della vita impongono, ha scelto la via della comprensione, della sensibilità, dell’empatia, dell’apertura a tutte le emozioni e quindi alla vita (fatto assolutamente non scontato, beninteso). Forse anche per questo, oltre ad aver letto le tue considerazioni sull’argomento, mi hai dato un motivo (per me) importante per aprire un profilo Facebook. Non so se lo farò (odio i rapporti “fast food” e con troppe persone alla volta…ed immagino che sia difficile arginare la mole di amicizie, una volta attivato il profilo).
    Comunque ti ringrazio.
    Mi ha fatto piacere leggerti.
    Ps Ho letto anch’io quest’estate il libro “Il vizio di parlare a me stessa” di Goliarda Sapienza. Devo dire, però, che mi é piaciuto molto di più (mi ha emozionato di più, oltre ad avermi dato moltissimi spunti di riflessione) “L’arte della gioia” (di Goliarda Sapienza), che ti consiglio vivamente, se non l’hai già letto… Se l’avessi già letto o quando lo leggerai, se ti va, fammi sapere il tuo pensiero.

    Mi piace

    • Grazie della tua visita e soprattutto del tuo commento. Mi fa piacere conoscere le idee, le emozioni e i pensieri di chi entra in contatto con me (sia pure virtuale, ma so che dietro c’è una persona reale…). L’arte della gioia é sul mio comodino, inizierò presto a leggerlo. Quanto a Facebook, lo uso per mantenere vivi i rapporti con tanti ex-alunni, con alcune persone che sono lontane, ma non ci perdo tanto tempo… Inoltre raramente accetto l'”amicizia” (si fa per dire) di persone che non conosco personalmente; insomma cerco di piegare – per quel che posso – lo strumento alle mie esigenze e ai miei tempi.
      Ciao e a presto?

      Mi piace

  2. Volentieri… a presto.
    Spero di aver attivato correttamente la funzione per ricevere e-mail quand aggiorni il blog…
    Ciao

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...