Archivi del mese: gennaio 2012

Elogio del pancotto*


1.
il pancotto
è un ghiotto dottore
che per secoli
ha tenuto in vigore
miseria e nobiltà
di chi lo mangiava ad ore
e solo e sempre

e di chi lo mangia ora
e non sa forse
nemmeno questa
piccola verità

2.
il pancotto
è di verze spumose
di spose vermiglie
di panze verrine e sponsali

il pancotto è di rapa di ripa e di piano
di acque infuocate
di fiamme fluenti
di oli freschi e aulenti
e agli brucianti
diavoli guizzanti
erbe fragranti
e una fame robusta
un gusto sapiente
un occhio vorace
narici discrete
un palato educato indulgente
da frate da prete

GUIDO PENSATO
*Tratto da “Le parole in bocca. Elogi culinari,
spuntini e ricette poetiche, Foggia, 2004

Annunci

Il sapore dell’amicizia

Stasera guardo con un sorriso il mucchio di bei libri accatastati nel mio salone, mi fermo vicino ad una bellissima pianta che mi è stata regalata oggi accompagnata da parole speciali, penso alle improvvise visite pomeridiane che mi fanno un po’ di compagnia e mi distraggono, aspetto con piacere i messaggini e i pensieri brevi e discreti, che mi giungono sul cellulare o attraverso Facebook (Fb). Tanti segni piccoli ed impagabili di vicinanza affettuosa.

Da quando è iniziata la mia nuova avventura, colgo ogni giorno intorno a me mille segni di amicizia e di affetto.
C’è l’amica che mi porta dei libri un po’ allegri perche sa che amo leggere ma non riesco più ad aprire uno dei miei libri, che forse sono un po’ troppo seri e in questo periodo ho già abbastanza problemi. C’è chi m’invia una mail per chiedermi notizie ma si scusa perchè ha paura di disturbarmi ed invece non sa che è dolcissimo il sapore dell’amicizia. Ci sono le mie due sorelle e mio fratello che sono parte di me e mi sono vicini, facendomi sentire importante (per loro, naturalmente!).
Con me vive il mio ‘angelo custode’, che mi coccola, si occupa delle terapie e delle visite di controllo, spedisce mail ai medici per tenerli informati, cucina per me, mi rallegra con i suoi fiori dai mille colori, mi fa sentire la donna più importante dell’universo!   

Sentirmi circondata da una rete di persone che mi vogliono bene (sono davvero tante e questo non me l’aspettavo…) mi sta caricando di energia, che sto immagazzinando per superare i momenti più neri, salvo in una cartella i pensieri che possono aiutarmi quando vedo scomparire l’orizzonte e tutto diventa improvvisamente buio.

Siamo nuvole in viaggio…

A te, perchè so che ‘resterai al mio fianco quando…’

Resterai al mio fianco
quando si spegnerà la mia luce.                                 
Il sangue si arresterà
e i miei nervi si tenderanno con dolori lancinanti.
Il cuore perderà il suo vigore
quando gli ingranaggi del mio essere rallenteranno.

Resterai al mio fianco

quando il mio fragile corpo tormentato dal dolore
raggiungerà la verità
quando il tempo maniaco continuerà
a spargere polvere
e la vita furiosa cercherà di lanciare fiamme.

Resterai al mio fianco

quando mi spegnerò poco a poco
e tu potrai segnalarmi la fine della mia lotta
e al crepuscolo
e i giorni eterni
al limite estremo e oscuro della vita.

dal film La spina del diavolo