Il Grillo svela lentamente il suo volto

Elezione del presidente del Senato.

Il primo anatema del comico e neocapo-partito Beppe Grillo contro un pugno di neo-eletti del suo movimento, che si sono permessi di essere persone libere!

grillo

Alcuni neo-senatori del M5S infatti, messi di fronte alla scelta di due persone così diverse per statura morale e per storia personale, l’ex-procuratore antimafia Aldo Grasso e l’ex-presidente del Senato Renato Schifani, hanno interpretato secondo me nel senso più corretto il loro nuovo ruolo, “senza vincolo di mandato” secondo la nostra Costituzione.

Hanno votato per Aldo Grasso e sono stati determinanti per la sua elezione. Bravi! Chi li scomunica, dimostra settarismo, mala fede e spirito autoritario. Penso che la valanga di voti al M5S sia un mandato pieno per il rinnovamento profondo della politica.
Rivedere Schifani alla presidenza del Senato, seconda carica dello Stato, non era esattamente ciò che si attendevano coloro che hanno votato per il movimento, con buona pace del suo  ‘capo supremo’ che vuole mantenere gli eletti legati al suo giogo, in nome di una palingenesi futura…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...