Piacevoli sorprese nascoste tra le rovine

“In questi tempi tristi trovo conforto (anch’io, naturalmente… N.d.R.) nel leggere tra le lettere di Repubblica quelle di persone che segnalano incontri gratificanti e costruttivi con sconosciuti o ottimi servizi ricevuti dalle istituzioni. Significa che c’è un grande bisogno di credere negli altri e anche nel nostro Paese. Mi unisco a questa serie così consolante segnalando l’ottima gestione dei siti archeologici trovata quest’anno in Sardegna.

Colonne_a_tharrosVisitando nell’Oristanese Tharros, il nuraghe di Barumini e il pozzo sacro di s. Cristina abbiamo scoperto con sorpresa che le visite guidate partivano ogni ora a prescindere dal numero dei visitatori e che il prezzo modesto (7 €) del biglietto comprendeva anche la guida. Che, con competenza e generosità, anche per esigui gruppi di visitatori, non si sottraeva a un’esposizione puntuale”.

Anna Paoletti

barumini_nuraxi

Annunci

2 risposte a “Piacevoli sorprese nascoste tra le rovine

  1. Che opere bellissime *.*

    Mi piace

  2. “Il Sud Italia è il più grande museo a cielo aperto che esista in Europa. (…) il Meridione ha la più alta concentrazione di beni culturali del Mediterraneo.” Sono parole di un nordico come Philippe Daverio, che invoca più attenzione dell’Italia e dell’Europa (a cui non interessa nulla della bellezza italiana) su questo grande serbatoio di beni culturali. Ma la cultura in Italia non ha diritto di cittadinanza… 😦

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...