Che bello avere i capelli…

Ogni mattina guardo la mia testa pelata, com’è bruttina!
Soffro a non andare più dal parrucchiere e a non usare più pettine e spazzola, mi arrabbio quando sento freddo (i capelli proteggono molto…) o provo un gran fastidio se è coperta. Ho una parrucca bionda, che somiglia al colore dei miei capelli, ma quando la indosso sento la testa imprigionata e mi sembra di dare una falsa immagine di me, mi irrigidisco se devo guardare all’insu, cammino con gli occhi a terra perché non voglio incontrare gli sguardi altrui.
Mi sento un’altra, non sono più io. Le parole degli altri mi scivolano via, è la percezione di me che non mi convince…

2013-10-18

Annunci

11 risposte a “Che bello avere i capelli…

  1. Chiudi gli occhi e assapora la carezza e il bacio sulla tua “pelata” e comunque sei lo stesso una simpaticona…

    Mi piace

  2. Un pensiero e un abbraccio…
    Chiara

    Mi piace

  3. Anna A. Tomasicchio

    L’onestà ed il coraggio delle tue percezioni, delle tue emozioni, del tuo dolore è per me fonte di GRANDE AMICIZIA E AMORE per l’altro…Cara,dolce, bella creatura, ti abbraccio, Anna

    Mi piace

  4. Cara e dolce Anna, riesci a cogliere il nocciolo di ciò che scrivo.
    Mi piace questo fil rouge che ci lega, poco virtuale e molto reale…
    Ciao
    Cristina

    Mi piace

  5. –Non so quanto possa servirti un mio lontano ricordo: ero giovane,con due bimbe piccole,un lavoro ed un marito “inesistente”. Ero sempre in disordine,con i miei capelli in verità sempre un pò ribelli ed una mamma molto attenta all’immagine che davo di me..Un giorno decisi..andai alla casa della parrucca e ne comprai una,del mio colore e di un taglio simile al mio abituale…e risolsi per un pò il mio problema..! Cristina,i capelli ricrescono! E’ ciò che sta sotto che è importante..!!

    Mi piace

    • Cara Rosaria, me lo ripeto anch’io che cresceranno, ma credimi non è una bella esperienza quella di guardarti e non riconoscerti. Ma soprattutto avere sempre davanti l’immagine lampante – e quindi il pensiero – della malattia. Ma supererò anche questo.
      Ciao!

      Mi piace

  6. Ciao Yourcenar, è vero che perdere i capelli è brutto. E’ brutto anche se lo sappiamo benissimo che è solo il più piccolo e stupido effetto collaterale di tutto quello che ci sta succedendo dentro. Ma è brutto perché si vede, si sente, ci etichetta nel mondo come quello che non vorremmo mai essere: malate. Mi ricordo il primo ciuffo di capelli rimasto fra le dita, il cuscino la mattina, la vasca, mi ricordo con un’intensità disarmante la disperazione e il senso di vuoto sotto i piedi, la rabbia, il ruggito atavico dalle profondità del mio essere. Però. Però a marzo ho finito la chemio e non avevo perso tutti i capelli, a fine aprile ero a Madrid a capo scoperto e mi sentivo piena di capelli anche se riguardandomi tanto piena non ero, e adesso ho una criniera morbida di boccoli che stanno crescendo selvaggi, disordinati e senza regole. Hanno voglia di vivere, di salire, di ricoprirmi tutta, di farmi sentire che la vita è più forte di tutto, anche del deserto che la malattia cerca di fare dentro e fuori di noi. Perché non ci riesce a fare il deserto. Prendi dei foulard colorati, truccati, mettiti orecchini che ti illuminino il viso, e soprattutto FREGATENE delle etichette della gente. Fregatene e sorridi. 🙂

    Mi piace

    • Sei molto cara, stasera avevo un gran bisogno delle parole giuste che hai saputo dirmi, tu sai bene di cosa parliamo.
      Sono terribilmente triste, dopo aver letto il post su “On the Widepeak”, un’altra cara compagna e amica (sia pure per me solo virtuale) è volata via, il suo ultimo post, quasi un saluto, è di circa un mese fa. Di fronte a questo, il problema-capelli diventa relativo. Hai ragione tu, la voglia di vivere è prepotente anche se subisce certi bei colpi…
      Tornerò da te, a presto!

      Mi piace

  7. Quando ho perso i capelli la seconda volta anch’io mi sono sentita a disagio con la parrucca, ho scelto allora di usare solo foulard colorati, non badando agli sguardi degli altri ma ben felice di riconoscermi allo specchio.
    Trova il modo giusto per te, quello che ti fa sentire bene nonostante tutto, ti aiuterà 🙂

    Mi piace

    • In realtà con la parrucca – che è molto simile al colore e al taglio dei miei capelli – mi sento meno a disagio che con turbanti o foulard, che non saprei mettere bene, sono un po’ imbranata… Quando sono in casa invece mi prende spesso il magone se mi guardo allo specchio, ma questo non è un problema di adesso, si è soltanto acuito, lo confesso!
      Grazie Wolkerina del tuo passaggio, ti saluto caramente!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...