Il diritto di invecchiare (in pace…)

“Tutto ciò che accade ci tocca. Attraverso il filtro della nostra affettività. Attraverso una rete sottile di emozioni e di passioni che rinviano alla nostra intimità…”.
Inizia così un bel capitolo –  intitolato “Non addomesticate la vostra vita” – dell’ultimo libro di Michela Marzano, ora in edicola “Il diritto di essere io”.

veronica-larioRiflettevo su questa affermazione mentre leggevo in rete un’intervista rilasciata da Veronica Lario, bersaglio del settimanale “Chi” che ha pubblicato delle foto in cui la ex-moglie di Silvio Berlusconi appare per quel che è, una donna di 60 anni.
Il servizio è corredato di amichevoli (sic!) consigli di esperti, qualche piccolo intervento di chirurgia estetica qui e là o un trattamento anti-invecchiamento, per attutire sapientemente i segni dell’età e mantenere inalterata l’immagine.
Guardare quelle foto fa intuire però l’accanimento e la soddisfazione di mettere alla berlina una donna non più giovane, che non fa più parte del grande circo berlusconiano.

La “vittima” ha risposto con grande dignità, rivendicando il diritto di non ricorrere ad artifici per fermare il tempo che passa e denunciando nel contempo quel tipo di cultura maschilista che vorrebbe le donne “inchiodate a uno stereotipo di bellezza”, sempre magre, sempre giovani e sempre uguali.
Mentre tutto cambia!

Sono particolarmente sensibile all’argomento, perché l’età (e non solo) sta modificando irreversibilmente il mio aspetto e quindi l’immagine di me stessa che mi sono faticosamente costruita nel tempo.
Mentre cammino per strada, osservo vetrine con manichini filiformi e se sfoglio qualche rivista vedo modelle esangui. Dovunque – specie quando l’estate si avvicina – si consigliano diete mirate a perdere chili in vista della prova-costume (per noi donne, naturalmente) e creme da massaggiare per la cellulite (femminile per definizione); insomma se non corrispondi all’immagine omologata della giovane donna magra e scattante, sei perduta.

modella marina rinaldiPersino sui cataloghi per le donne curvy (si chiamano così quelle come me che vestono le taglie conformate), vedo modelle giovani e slanciate. Non c’è ombra di donne over 50-60, un quarto della popolazione italiana, ben 9 milioni di donne!
Ma è sui giornali e soprattutto in TV che siamo quasi inesistenti e quelle che partecipano ai talk show sono spesso visibilmente rifatte. La vecchiaia come tabù, soprattutto quella delle donne.

Io sto invecchiando con la mia faccia e il mio corpo, portandomi dietro tutta la mia storia e un po’ di nostalgia (questa non posso negarla) per tempi che si allontanano ogni anno di più, quando non mi piacevo.
E invece – guardandomi con gli occhi di oggi – vedo che non ero poi così male…

Il diritto di invecchiare e di rimanere se stesse.

Il diritto di invecchiare e di rimanere se stesse.

Annunci

4 risposte a “Il diritto di invecchiare (in pace…)

  1. sai che pure io guardando delle mie foto sia ragazza che da donna adulta vedo che non ero per niente male? Anzi guardando con gli occhi di oggi vedo che ero davvero molto attraente ,eppure allora nel lontano 1995 non mi vedevo per niente bella!
    Oggi sono una curvilinea abbastanza rotondetta a causa della menopausa,ma mi accetto come sono,tanto non posso far niente per cambiare. 😉
    ciao,a presto
    liù

    Mi piace

    • Accettarsi è – credo – il modo migliore per volersi bene. Io faccio fatica, ma la strada è quella, non ce n’è un’altra.
      Guardiamoci comunque le foto di come eravamo, senza rimpianti.
      Ciao Liù!

      Mi piace

  2. Ho smesso da tempo di guardarmi allo specchio, ma col tempo mi rendo conto di essere diventata trasparente per gli uomini e, nonostante tutto, penso che uno sguardo mi renderebbe felice. Mah! non un bel periodo per riflettere. baci Nunzia

    Mi piace

    • Anch’io non ho mai fatto veramente amicizia con l’immagine che lo specchio mi rimandava. Ora però mi rendo conto che forse qualcuno doveva aiutarmi a guardare e ad accettare me stessa per quel che ero. Cara Nunzia, quanto mi piacerebbe parlarne con te e magari fare qualche passo in avanti, insieme. Ti abbraccio

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...