Cara mamma che non sei più qui con me…

Oggi, 14 maggio 2017, è la festa della mamma e naturalmente stamattina, sulle chat, gli auguri alle mamme s’incrociavano con immagini colorate e frasi un po’ scontate. Poi alle 10.18 mi è arrivato un augurio finalmente diverso da tutti da tutti gli altri, un po’ speciale come lo è la persona che me lo ha inviato.

“Tanti auguri alla mamma della sapienza di cui il numero dei figli, tra cui ci sono anch’io, è seminato in ogni angolo del mondo… terreno e ultraterreno”.

Non ho saputo rispondere, forse perché non me l’aspettavo ed ero un po’ commossa! Grazie cara amica, diventi ogni giorno più importante per me.

Il pensiero poi è volato, come ogni mattina, a te mamma che non sei più qui con me dalla notte del 19 febbraio 2010 ed è stata tale la nostalgia e il desiderio di te, che per non turbarmi ancora di più (sto vivendo giorni complicati ed è meglio che tu non ne sappia nulla…) ho preso uno dei miei album da colorare.

Uno dei regali della mia “amica geniale”

Sfogliando le pagine, ho scelto quella che volevo dedicarti:
tu amavi le piante e i fiori, alcuni in particolare come gli anemoni, ed allora mi sono immersa nei colori delle farfalle e dei fiori, sempre pensando a te!

Il mio regalo per te, mamma!

Sono stata con te tutta la mattinata, mi sembrava di sentirti accanto, presente più che mai ed ho preferito un colloquio silenzioso, tutto interiore, perché non ho parole in questo periodo e poi ricordo che soprattutto nell’ultima fase della tua lunga vita, forse la più dolorosa e triste, ci parlavamo con gli sguardi, stando vicine, mano nella mano.
Ecco il mio piccolo regalo: un disegnino colorato che mi ha aiutato a non raccogliere i pensieri negativi, ma mi ha obbligato a concentrarmi sui colori dei fiori e su di te, che ogni giorno ti fermavi a guardare se la grande felce sul ballatoio di casa aveva bisogno di un po’ d’acqua e giravi tra le altre piante, riposandoti dalla routine quotidiana, con una sigaretta in mano.
Il tuo unico vizio, dicevi…

Gli anemoni che amavi tanto!

Annunci

11 risposte a “Cara mamma che non sei più qui con me…

  1. Anche la mia non c’è più dal 2010 e non c’è giorno in cui non pensi a Lei e ancora oggi le dico “Mamma ti voglio bene”. Un caro abbraccio Bea

    Mi piace

  2. Non saprei cosa aggiungere a questa poesia. Buona notte.
    Quarc

    Liked by 1 persona

  3. Anna Adriana Tomasicchio

    Cara Cristina, anche per me è un tempo ” senza parole “…c’è tanto lavoro nel laboratorio interiore che ne esci “troppo parlata” e poi in quella frase poetica che ti è giunta ci sono due parole: terreno ed ultraterreno che “chiedono, impongono, provocano, stancano, illuminano(?!!)” tanta riflessione. Ti penso tanto e ti voglio sempre un gran bene…Beh, lasciamo al digitale la GIOIA del contatto e godiamocelo con l’affetto di sempre. Abbraccio caro

    Liked by 1 persona

  4. La sofferenza non deve farci emarginare i dolci ricordi di quando si parlava, si sorrideva, si rideva, si viaggiava insieme: sono questi i momenti che ho scolpito dentro di me come i ricordi di mia madre con la quale continuo a passeggiare nel mondo della mia fantasia…e sorrido.

    Liked by 1 persona

    • Hai ragione anche tu, ma le sofferenze di mia madre sono durate tanto a lungo da non poter essere mai messe da parte, sono tanta parte della mia vita fin da ragazza… È questo che mi è mancato, quando o ero lontana da lei o lei stava malissimo.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...